Gelate di inizio aprile, in Francia fiaccole per proteggere i vigneti

Graziano Brotto

Graziano Brotto Categoria: Video - Pubblicato il 04-04-2020

Le gelate di inizio aprile in Italia ed altri paesi d'Europa hanno causato danni all'agricoltura, in particolare ai frutteti in fiore. I video che arrivano dalla Francia mostrano le misure prese per proteggere i vigneti, con fiaccole per riscaldare le viti.

Il mese di aprile è iniziato su alcune zone d'Europa con freddo, neve e gelate molto estese che hanno causato danni e seri problemi alle piante. Danni pesanti per l'agricoltura nel nord Italia, dove le gelate degli ultimi giorni sono state severe. In Francia, si è ricorso come altre volte in passato all'uso delle fiaccole per riscaldare di notte i vigneti, altrimenti a rischio per le temperature sotto zero.

Una delle gelate più estese si è verificata il 2 aprile, quando all'alba sono state registrate temperature molto basse in parti dell'Europa centrale e dei Balcani. Il sito Severe Weather informa di numerose segnalazioni di gelate distruttive per i frutteti (che in questo periodo sono in fiore), in Slovenia, nel nord-est Italia, in Croazia, Serbia e Ungheria. Localmente le temperature sono arrivate al di sotto dei -5 ° C (anche intorno a -8 ° C in alcune aree interne). Il danno per le piante in fiore è immenso. Gelate distruttive per frutteti anche nella notte del primo aprile.

In Italia, le gelate hanno causato danni molto pesanti sul versante adriatico del nord Italia: in Romagna, si parla di un danno enorme (fra l'80 e il 100% di raccolto distrutto) per le piantagioni di albicocco e ciliegio. Ma i danni sono estesi anche in altre regioni. Gelate diffuse anche nel Trentino-Alto Adige.

A fine marzo, lo ricordiamo, l'arrivo di masse d'aria gelide avevano portato sulle regioni orientali nevicate anche fino a quota mare. Qui video di fine marzo. Intanto, per i prossimi giorni sembra confermato l'aumento delle temperature

Il meteo in Italia, le previsioni del tempo sempre aggiornate e accurate.